VIVI ORO

VIVI ORO:
il settore orafo italiano unito per valorizzare l’eccellenza

Per la prima volta tre associazioni, CNA Arezzo, Confindustria Toscana Sud e Confartigianato Imprese Arezzo, con il supporto di Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Arezzo-Siena, si sono unite per valorizzare l’eccellenza del distretto orafo aretino e di tutto il settore orafo italiano. Con l’intento comune di raccontare l’oro attraverso storie ed emozioni e creare un vero e proprio punto d’incontro per le imprese, hanno dato vita a VIVI ORO, il primo brand collettivo che unirà sotto il suo nome tutti i migliori produttori orafi del territorio italiano.

“Con il marchio collettivo VIVI ORO – afferma Luca Parrini, Presidente di Confartigianato Orafi – partendo da Arezzo, abbiamo l’ambizione di rilanciare l’immagine del gioiello Made in Italy.” Il progetto, dal carattere innovativo e straordinario, punta a riunire tutte le realtà d’eccellenza dei distretti attraverso un’unica piattaforma digitale, per dare visibilità alle aziende e far conoscere sempre più, in Italia come all’estero, l’altissimo livello qualitativo dell’oreficeria italiana.

Il nome VIVI ORO diventa così sinonimo di tradizione, maestria, competenza, e innovazione al tempo stesso. Tramite una campagna di comunicazione fresca e di impatto, VIVI ORO si pone l’obiettivo di trasmettere al pubblico il desiderio di tornare nelle gioiellerie ad acquistare l’oro, un prodotto che rappresenta le nostre radici, la nostra cultura, e che è in grado di emozionare non solo per la sua preziosità ma per la storia che racconta.

Grande attenzione è rivolta alle nuove generazioni, che rappresentano il futuro del paese e del settore. “Il progetto VIVI ORO nasce con l’obiettivo di avvicinare il settore della gioielleria ai giovani – afferma Giordana Giordini, Presidente Sezione Oreficeria e Gioielleria di Confindustria Toscana Sud – tramite un linguaggio più vicino a loro come quello legato ai social. Le aziende orafe prima della pandemia erano poco digitalizzate rispetto ad altri settori, ma adesso molte aziende hanno capito l’importanza della rete e stanno investendo sempre più nell’e-commerce e nel marketing digitale.”

Il progetto testimonia l’atteggiamento positivo e costruttivo del settore orafo italiano, che in un momento di particolare difficoltà come quello rappresentato dalla pandemia, ha saputo unire le forze per un progetto memorabile. “Le aziende del settore orafo e della gioielleria – dichiara Massimo Guasconi, Presidente della Camera di Commercio di Arezzo-Siena – in uno dei momenti più difficili della storia del nostro paese, quale è stato quello della emergenza pandemica, hanno saputo reagire con la caparbietà e la capacità di innovare che hanno più volte dimostrato.”

Scriveva il poeta Edmond Rostand: “È di notte che è bello credere nella luce.” Questo è il momento di lasciarsi alle spalle un momento cupo e ricominciare a splendere. E i segnali dal mercato sono positivi. “Crediamo che sia più che mai opportuno – afferma Mauro Benvenuto, Presidente CNA degli Orafi della Toscana e della Provincia di Arezzo – restare saldamente agganciati al treno della ripresa, ben vengano momenti di confronto come questo, ancora di più se tramite questi incontri riusciamo a elaborare strategie comuni per affrontare le sfide del mercato.”

VIVI ORO sarà presentato di fronte ai leader del settore il 14 dicembre, in occasione del primo Summit del gioiello italiano, l’evento organizzato da Italian Exhibition Group in collaborazione con Comune di Arezzo, Camera di Commercio Arezzo-Siena, Arezzo Fiere e Congressi e con la partecipazione di tutte le associazioni di categoria.