Bijoux de Diamants

Bijoux de Diamants: la magia degli astri nei gioielli di Coco Chanel

Ritratto di Coco Chanel

Per Gabrielle Chanel le stelle, gli astri, gli elementi celesti costituivano fonte di straordinarie ispirazioni. In Bijoux de Diamants, la prima collezione di alta gioielleria firmata da Mademoiselle, ritroviamo quegli elementi, rimasti, ancora oggi, firma inconfondibile della Maison.

Ho voluto vestire le donne di costellazioni” disse Gabrielle Chanel nel 1932. “Stelle! Stelle di ogni dimensione…” Coco fu ammaliata dagli elementi celesti fin dalla sua infanzia, trascorsa all’orfanotrofio di Aubazine. Fu qui che Gabrielle imparò a cucire e trasse le prime ispirazioni per la sua visione artistica, tra cui l’amore per le stelle e la luna, che insieme ad altri simboli decoravano le pareti dell’apparentemente austera abbazia. E fu proprio a questi elementi che Mademoiselle si ispirò per la sua prima e unica collezione di Alta Gioielleria, presentata a Parigi, nella sua residenza privata al 29 di Faubourg Saint Honoré, nella rivoluzionaria mostra Bijoux de Diamants.

Se fino a quel momento Coco Chanel aveva prediletto la bijouterie, affermando che la funzione dei gioielli non fosse quella di “conferire alla donna un’aurea di ricchezza, ma di valorizzarla”, quell’anno stupì con meravigliose creazioni in platino e diamanti, presentati su busti femminili in cera, caratterizzati da lunghe ciglia ed eccentricità. Preziosi bracciali, collane, spille e diademi, decorati con stelle, lune, raggi di sole e comete, brillavano di una luce straordinaria: non rappresentavano soltanto un bellissimo omaggio alle donne dell’epoca, ma un ammirevole supporto agli atelier orafi e gioiellieri parigini, in difficoltà a causa della dura crisi economica di quegli anni. Le creazioni si caratterizzavano per eleganza, semplicità, versatilità, e infine trasformabilità. Quest’ultimo aspetto, in particolare, rese i gioielli unici e anticipò la moda futura: ancora una volta, lo spirito visionario di Coco incantò il mondo. “Vedi questa collana? Puoi trasformarla immediatamente in tre bracciali e una spilla.”

Nel 2012, in occasione dell’ottantesimo anniversario della mostra Bijoux de Diamants, Maison Chanel ha realizzato una nuova collezione con diamanti, zaffiri rosa e perle, al fine di celebrare la passione di Gabrielle per gli astri e gli elementi celesti. Un amore che rimane ancora oggi firma inconfondibile della Maison. “Come una pioggia di stelle”, le creazioni della collezione Comète, in oro giallo e oro bianco, celebrano oggi lo splendore e la contemporaneità dei meravigliosi gioielli tempestati di diamanti. L’iconica collana Comète, dalla forma di una stella cometa, la cui raffinata scia avvolgeva e impreziosiva dolcemente, è stata reinterpretata in chiave moderna, mantenendo la distintiva estrosità e femminilità.

Voi vedete il buio, io preferisco contemplare le stelle. Ognuno ha il suo modo di guardare la notte”, scrisse il poeta francese Victor Hugo. Coco Chanel ha sempre scelto di lasciarsi ispirare dalla brillantezza, dalla magia, dal mistero dietro ogni stella. E osservando il cielo notturno di Parigi, ne ha donato la luce alle donne per celebrarne la bellezza e l’eleganza. “Credo negli astri”, disse Gabrielle. Ancora oggi, le simboliche comete lasciano con la loro scia luminosa un sentimento di speranza, e proprio come accade ogni qual volta ci lasciamo sorprendere da una stella cadente che illumina le notti più buie, così i gioielli Chanel meravigliano lo spettatore ogni volta come fosse la prima.