Aliita

Cynthia Vilchez Castiglioni: il cuore, la mente e il talento dietro Aliita

Freezing Casita, Winter Edition | Photo Credits: Elena Braghieri

Il brand di gioielleria sostenibile ha fatto breccia nei cuori di molte donne. Le creazioni di Cynthia sono ironiche e allo stesso tempo eleganti, ma non si fermano all’estetica: lanciano un messaggio di sostegno all’emancipazione femminile e vogliono regalare un’emozione. Ci riescono. Ho avuto il piacere di intervistare Cynthia, e a parlare sono il suo talento e la sua passione.

Come nasce la tua passione per il gioiello?

Già a otto anni il mio gioco preferito era dedicarmi alla creazione di collane e bracciali per mia madre. La passione vera e propria si è concretizzata quando, a quindici anni, ho frequentato un summer camp a Boston, negli Stati Uniti. Durante questa meravigliosa esperienza di apprendimento, mi sono occupata di fine arts, e in gioielleria ho iniziato a lavorare il bronzo e l’argento. Per qualche anno ho accantonato questa passione, ma è stata così forte che ho poi deciso di fondare Aliita.

Come nasce Aliita?

Aliita nasce nel 2015 dalla mia personale passione verso il mondo dei gioielli. Il nome significa oggetto importante”  in Wayuu, lingua nativa dei Guajiros, gli indigeni che abitavano Zulia, in Venezuela, il paese che mi ha vista nascere e crescere. Il gioiello è sempre stato un modo per me per esprimere l’amore verso la mia famiglia. La famiglia è un mondo prezioso per ogni individuo. Da questa ispirazione nascono molti dei miei gioielli.

Freezing Cocktail, Winter Edition | Photo Credits: Elena Braghieri

Qual è stato il tuo percorso formativo?

Ho studiato Fashion Marketing allo IED di Milano. Il mio sogno nel cassetto è sempre stato quello di studiare anche gemmologia, così ho deciso di coltivare questa passione autonomamente. Fin da prima di fondare Aliita ho sempre amato studiare, fare ricerche personali e approfondire qualsiasi tema riguardante il mondo del prezioso.

Quali sono le caratteristiche che rendono unici i tuoi gioielli?

 I miei gioielli sono personali e intimi. Sono tutti in oro 9k con pietre naturali, dure, preziose. Uso molto anche il corallo. Recentemente, ho lanciato per la prima volta una capsule in oro bianco 9k, Winter Edition. Una caratteristica speciale di Aliita è l’incisione sul cammeo, a cui abbiamo dato un taglio attuale, contemporaneo. Siamo stati i primi a realizzare la tecnica del cammeo sulla porcellana. Tutte le mie creazioni sono inoltre realizzate in Italia dagli artigiani: per me il Made in Italy è una scelta. Infatti, il nome Aliita è l’anagramma di Italia. Ne sono orgogliosa.

Esiste un gioiello a cui sei particolarmente affezionata?

 Sono molto legata all’anello Dino, a forma di dinosauro, perché mi riporta a momenti personali: ho due bambini piccoli, uno dei quali è molto appassionato di dinosauri, me ne parla tutto il giorno. Certo, sono dei mostri, sembrano brutti, fanno paura. Ma con questo gioiello ho voluto raccontare che possono avere un cuore tenero. Credo che anche ciò che sembra spaventoso, enorme, possa avere della dolcezza in fondo. Come il dinosauro. Questo vale sempre nella vita.

Freezing Dino, Winter Edition | Photo Credits: Elena Braghieri

Cosa vuoi trasmettere con le tue creazioni? Qual è il tuo messaggio?

Voglio trasmettere la semplicità come ideale di vita. E poi, con eleganza, voglio sostenere le donne. Voglio incoraggiarle all’emancipazione, a farsi forti della loro passione. Non ci sono limiti, le donne possono occuparsi di qualsiasi materia. Un tempo il gioiello era legato necessariamente a occasioni speciali, doveva essere regalato dal fidanzato o dal marito. Ora, invece, una donna può comprare da sola il proprio gioiello. Può farsi lei stessa questo regalo. Immagino un mondo di donne indipendenti, e con le mie creazioni voglio fare un inno alla passione e alla libertà. Il gioiello è intimo, si indossa perché piace a se stessi, non per piacere agli altri. Agli altri può anche non sembrare bello: proprio come i dinosauri. Ma per noi ha un significato.

So che sei molto concentrata sul tema della sostenibilità. In cosa consiste l’impegno etico del tuo brand?

I materiali, la produzione, il packaging: tutto ciò che circonda Aliita è sostenibile. I nostri gioielli sono realizzati per la maggior parte a Milano, ma anche a Vicenza, Arezzo e Valenza. L’oro che utilizziamo è esclusivamente etico. Il corallo è prezioso e viene pescato attraverso pratiche sostenibili, senza danneggiare l’ecosistema. La carta utilizzata per il packaging è prodotta in Italia dall’azienda responsabile Fedrigoni. I biglietti sono realizzati a mano a Maracaibo, in Venezuela, da una comunità di donne locali. Inoltre, abbiamo adottato pratiche coscienti anche per le spedizioni: a Milano gli ordini dall’e-commerce vengono trasportati in bicicletta.

Tiburon, Winter Edition | Photo Credits: Elena Braghieri

Come vedi il futuro del tuo brand?

L’essenza di Aliita non cambierà, così come il messaggio personale che voglio lanciare. Continuerò a creare gioielli divertenti, ironici e allo stesso tempo emozionali. Credo che questa libertà di espressione mi spingerà sempre a sperimentare nuovi materiali. Inoltre, l’elemento di sorpresa e personalizzazione sarà sempre presente in Aliita. L’attenzione al cliente per me è sempre stata al centro (i gioielli di Aliita hanno anche un packaging speciale a effetto sorpresa!) e aumenterà sempre di più. I gioielli per me sono gioia. La gioia che provo nel crearli e quella che vedo negli occhi di chi li indossa!

Freezing Snowman, Winter Edition | Photo Credits: Elena Braghieri